preskoči na sadržaj

Osnovna škola - Scuola elementare Belvedere

Login
Avvisi

Podsjećamo roditelje da je krajnji rok za odustajanje od izbornog predmeta (tj ispisivanje sa istog) 15.8.2017., za školsku godinu 2017/18

Ricordiamo ai genotori che la scadenza per la riuncia a una materia opzionale (ovvero per cancellarsi da tale materia) è il 15/8/2017, per l'anno scolastico 2017/18

e-Dnevnik za nastavnike

e-Dnevnik za učenike

Kalendar
« Listopad 2017 »
Po Ut Sr Če Pe Su Ne
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
Prikazani događaji

Tražilica ~ cerca
Forum
Učitavanje RSS feeda je završilo s greškom: nema podataka
Arhiva dokumenata
Učitavanje RSS feeda je završilo s greškom: nema podataka
Brojač posjeta
Ispis statistike od 11. 5. 2011.

Ukupno: 168021
Ovaj mjesec: 2129
Ovaj tjedan: 272
Danas: 9
Raspored zvona
Classi inferiori ~ Niži razredi
0. 07:40 - 08:25
1. 08:30 - 09:15
2. 09:20 - 10:05
veliki odmor ~ grande riposo
3. 10:25 - 11:10
4. 11:15 - 12:00
5. 12:05 - 12:50
6. 12:55 - 13:40
7. 13:45 - 14:30
 

 

Classi superiori ~ Viši razredi

0. 07:40 - 08:25
1. 08:30 - 09:15
2. 09:20 - 10:05
3. 10:10 - 10:55

veliki odmor ~ grande riposo
4. 11:15 - 12:00
5. 12:05 - 12:50
6. 12:55 - 13:40
7. 13:45 - 14:30
 

STORIA DELLA NOSTRA SCOULA

 

Il "vecchio" edificio della Scuola elementare Belvedere fu costruito nel primo decennio del 1900. L`edificio non era previsto come sede di un` istituzione scolastica. Indubbiamente era destinato ad appartamenti d`affitto. Durante la seconda guerra mondiale il palazzo diviene sede dell`Istituto Magistrale "Egisto Rossi". Nel periodo del dopoguerra nella sede trova sistemazione, malgrado la scarsita` di spazio che consentiva di avere a disposizione soltanto quattro aule per lo svolgimento dell` insegnamento, la Scuola media unica. La Scuola settenale italiana venne istituita nell` anno scolastico 1947/48., quale ente specializzato a cui e` demandato il compito di abilitare le giovani generazioni alla vita, sulla base di valori ed esigenze specifiche del gruppo etnico italiano. l`istituto era formato da 13 sezioni (6 per le classi inferiori e 7 classi superiori) il quadro del personale docente era completato da 17 professori ai quali era stato affidato l`insegnamento di 405 alunni. Il 22 maggio 1948 venne inaugurato l`inizio all`attivita` educativa-istruttiva.

 

Negli anni successivi al 1948 causa l`emigrazione il numero degli alunni e` in continua discesa fino al a.s. 1953/54. nel quale si verifica un aumento degli alunni iscritti dovuto all`introduzione della scuola ottenale. Nell` a.s. 1956/57. la scuola si presenta come componente insostituibile della vita sociale; essa varia, per sollecitazione esterna dovuta all`incremento degli immigrati. La scuola assume un carattere particolare e estende il suo raggio operativo avanzando la proposta di dare vita alla sezione croata. Nel corso dell` a.s. si distinguono i meriti e il crescente impegno degli operatori scolastici. Il sig. Giacomo Bensi, la signora Amalia Mady Katuric e il sig. Aldo Kocijan con gli sforzi compiuti hanno partecipato e contributo alla pubblicazione della rivista pedagogica "Scuola Nostra" che riportava, tra l`altro l`esperienze piu` avanzate dei nostri insegnanti. Notevoli passi sono stati compiuti nell`opera di abilitazione del personale insegnante; nove insegnanti vengono avviati al perfezionamento professionale. La nostra Scuola e` stata rifornita di mezzi didattici che hanno contribuito a perfezionare l`insegnamento e ad elevarlo ad un gradino piu` alto . IL comitato scolastico, organismo vivo ed operante della scuola, ed i suoi membri: sig. Giuseppe Moretti, sig. Mato Arebic, signora Mira Nemcic e signore (ing.) Branko Trajbar, non potevano sottrarsi alle proprie responsabilita` e al preciso dovere di costante adeguamento alle molteplici esigenze del processo educativo-istruttivo. Il primo diploma venne rilasciato alla Scuola ottenale Belvedere il 22 giugno 1952. dal Consiglio per l`istruzione del Comitato nazionale cittadino per i risultati ottenuti alla rassegna artistico-culturale dei pionieri di Fiume. La Scuola vi partecipo` presentando il gruppo ritmico- artistico ed il coro. Il documento e` stato firmato dal Presidente del Consiglio, prof. Vinko Benc. Il 18 aprile 1953. fa visita alla Scuola una delegazione di rappresentanti degli operatori scolastici provenienti dall`Inghilterra. In seguito si intrattengono a colloquio con il Presidente dell`Unione Italiana, sig. Andrea Benussi. Nel 1955. da Maribor, Slovenia, ci visitano gli alunni accompagnati dai rispettivi insegnanti, e fanno visita assieme ai nostri alunni al sig. Marco Rems. Il 24 maggio 1956 il Circolo italiano di cultura di Fiume consegna alla Scuola il primo riconoscimento per la partecipazione alla manifestazione artistico-culturale. Nell` a.s. 1964/65. viene formato il gruppo esploratori "Poletarci", guidati dall`insegnante Josipa Katunar.

Nel 1966 la scuola partecipa per la prima volta alla consultazione pedagogica organizzata dall` Istituto per l`istruzione .Il lavoro dell` insegnante Silvia-Kopitar-Stefani,l` insegnamento nelle trasmissioni riscontra notevole successo e viene pubblicato nel Bollettino.In quell` anno viene fondato il club dei "Piccoli Scacchisti". Ne facevano parte gli alunni delle sezioni italiane e croate guidate dal segretario della scuola, sig. Arsen Dobrila.Nell` a.s. 1969/70 viene avviato al lavoro il servizio del "doposcuola" il quale oggi continua, dopo 29 anni, ad operare con successo.

Nel dicembre del 1970. vengono pubblicati nel giornalino "Il pioniere" (oggi divenuto "Arcobaleno", i "lavori letterari e artistico figurativi grazie all’impegno delle insegnanti Graziella Srelz e Erna Toncinich. Il sedici maggio, l’alluna Ingrid Sever partecipa alla gara a Pola "Conoscenza della lingua italiana" e ottiene il primo posto. Nel 1985. la dirretrice prof. Silvana Vlahov, sotolinea nella data 29. gennaio ed espone che gli spazi disponibili risultano sempre piu insufficienti . La scuola affronta il problemma di una sistemazione rispondente alle aumentate esigenze ed avanza la richiesta di una nuova sede. Nello stesso anno la scuola partecipa al Biennale di arte grafica a Krško. L’alluna dell’ottava classe Dolores Scherbez, accompagnata dalla prof.essa Laura Herceg (divenuta in seguito consulente di arte figurativa), conquista il terzo posto. Si e tenuto il primo Seminario d’informatica al quale partecipa la nostra scuola.

 

Nel 1986., la nostra ex alluna Laura Marchig studentessa alla facolta di filosofia a Firenze partecipa alla trasmissione televisiva "Parola mia" in onda su RAI-tv. Nell’a.s. 1988/89. nel nostro edificio viene aperto l’asilo italiano "Arminio Schacherel" (oggi divenuto "Gabbiano"). Seguono i successi ottenuti partecipando alla manifestazione "LIDRANO", notevoli successi ottengono gli alluni nel campo sportivo (nuoto, atletica, tenis-tavolo, calcio), accompagnati dalla prof.Viviana Peric. Si continua a svillupare al massimo le attivita libere degli alluni onde stimolare le loro attitudini e suscitare i loro interessi; i gruppi letterari, quelli di arti figurative e i gruppi artistici guidati dalla prof.Lucilla Michelli, prof.Emili Marion, prof.Radomir Torbica sono diventati un elemento integrativo dell’opera della nostra scuola. Nell’a.s. 1994/95., in occasione della giornata dell’UNICEF, gli alluni della seconda classe guidati dalla maestra Dolores Muzicka partecipano alla solenne che si e tenuta a Medea, Italia. L’insegnamento dell’educazione fisica risente continuamente per la mancanza dello spazio e si svolge nella palestra "Dinko Lukaric" fino all’inizio dell’anno scolastico 1997/98. quando e stato adattato uno spazio, interno che ci ha permesso di realizzare un’adeguata palestra scolastica. Inoltre, e stato previsto perla fine di quest’anno scolastico l’avvio ai lavori per la sistemazione del campo sportivo adiacente alla scuola in base al progetto approvato e all’accordo stipulato tra il direttore della Scuola "Kozala", la direzione del Club maschile pallamano e la direttrice della Scuola "Belvedere", Doris Crnjar. Speriamo, con l’inizio del prossimo anno scolartico di poter accogliere gli alunni della nostra scuola nel nuovo ambiente, rifornito di moderne attrezature e arrichito di contenuti determinati per la migliore crescita e lo sviluppo.




preskoči na navigaciju